Corso di diritto antitrust

Gold scales of justice and books on brown backgroundI corsi di base e di perfezionamento in diritto antitrust forniscono le competenze indispensabili per comprendere quanto e a che livello le normative – italiane ed europee – a tutela della concorrenza possano incidere sulle attività economiche svolte dalle società. È infatti essenziale che le società non solo rispettino le norme di concorrenza, ma altresì si dotino di quelle procedure di gestione del rischio derivante dall’applicazione di tali normative.

Obiettivi:
Comprendere la struttura del diritto antitrust, con riferimento alle normative italiane ed europee. Capire il ruolo delle autorità garanti (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato in Italia e Commissione europea in UE), le procedure di indagine e la strategia di difesa delle società oggetto di indagine antitrust. Rintracciare le criticità e i punti di frizione fra l’attività economica della società e le norme a tutela della concorrenza con un approccio di risk management. Individuare, nell’ambito dei diversi ruoli svolti da management e personale, modalità e best practice per la prevenzione delle violazioni del diritto della concorrenza. Identificare procedure che facilitino sia il rispetto delle norme antitrust da parte della società sia la pronta individuazione delle possibili violazioni e, di conseguenza, trovare le modalità migliori per comunicare alle autorità garanti tali violazioni ai fini di ridurre le sanzioni.

Contenuti:
– diritto del mercato interno dell’UE: libera circolazione dei lavoratori (es. distaccamento di lavoratori in altri Stati membri dell’UE), delle persone, delle società (es. creazione di filiali in altri Stati membri dell’UE), dei servizi e dei capitali (pagamenti e investimenti);
– diritto della concorrenza: intese orizzontali (cartelli), intese verticali (accordi di distribuzione), pratiche concordate, abuso di posizione dominante, pratiche escludenti, politiche dei prezzi, concorrenza sleale, società fornitrici di servizi pubblici e di interesse generale e tutela del consumatore, nonché concentrazioni, fusioni, joint venture e acquisizioni fra imprese;
– aiuti di Stato: gestione di sovvenzioni, finanziamenti, sussidi, sgravi fiscali e compensazioni di oneri di servizio pubblico provenienti dallo Stato e/o da enti territoriali minori (es. Regioni e Comuni) e/o da enti pubblici funzionali (es. Camere di commercio e società finanziarie che fanno capo allo Stato o enti territoriali minori);
– privacy e antitrust: implicazioni concorrenziali della raccolta, dell’immagazzinamento e dell’uso – on-line e off-line – di dati sensibili di clienti, fornitori, utenti e consumatori.
I contenuti dei corsi saranno adattati alle necessità delle società richiedenti il corso di formazione in diritto antitrust.

Destinatari:
Società e associazioni di categoria di qualsiasi settore. Management e personale addetto soprattutto alle funzioni commerciali, di vendita, di marketing e legali, nonché addetto ai rapporti con la concorrenza e con le associazioni di categoria. In particolare tali corsi possono rivolgersi a società che vogliano dotarsi di un programma di conformità al diritto della concorrenza italiano ed europeo (antitrust compliance program), il quale può contribuire a migliorare la reputazione di mercato di una società, nonché in Italia può dar luogo a una riduzione di eventuali sanzioni da parte dell’autorità garante ai sensi delle linee guida sulle sanzioni del 31 ottobre 2014.

Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.